Tu sei qui

ONLINE EDUCA BERLIN 2008

di Alessio Pellegrini - Consorzio Omniacom

Per chi si occupa di e-learning, non è una novità poter "sentire la voce" degli opinion leader del settore, vista la loro onnipresenza nel web: con blog personali, testate online, slide condivise, lavori pubblicati con licenza Creative Commons, ecc. Molto più difficile è invece poterli incontrare ed ascoltare dal vivo, così come fare networking onsite con altri professionisti del settore. Questo, ovviamente, se non si partecipa all'ONLINE EDUCA BERLIN (OEB), la più grande conferenza globale sull'e-learning per le aziende, l'istruzione e la pubblica amministrazione. Giunta ormai alla 14esima edizione, OEB Si terrà a Berlino dal 3 al 5 dicembre 2008.
 

Temi della conference

Rispetto agli anni precedenti, i partecipanti saranno maggiormente coinvolti nei dibattiti e negli workshop previsti: la parola d'ordine è infatti interazione. Sono previste quindi numerose occasioni per interagire e condividere esperienze, come si può vedere dal programma delle giornate, disponibile anche in formato pdf.

Il ricco menù degli incontri è di fatto una fotografia degli ultimi trend dell'e-learning, che ci permette tuttavia di intuire anche gli sviluppi del prossimo futuro.

Ad esempio, negli ultimi 3 anni s è parlato molto di Web 2.0. Se il Web 2.0 e i MUVE (come Second Life) sono di solito visti, con fin troppo entusiasmo, come le innovazioni in grado di superare i tradizionali paradigmi dell'e-learning, nei vari incontri previsti all'OEB sarà fatto il punto della situazione, mostrando come queste tecnologie possono realmente innovare la didattica. Un aspetto importante questo, soprattutto se si considerano non solo i vantaggi, ma anche i rischi, di cui poco si parla, legati all'uso del Web 2.0 e dei MUVE in campo educativo.

Un altro argomento di notevole interesse è il mobile learning, cui saranno dedicate alcune sessioni. Anche in questo caso, esperienze concrete aiuteranno a capire in quali campi di applicazione si avranno i più interessanti sviluppi.

Web 2.0, Mobile Learning, Second Life e Serious Games non toglieranno certo la scena al dibattito, più maturo ma non meno interessante, su LMS, contenuti digitali e Learning Object, che sono tuttora al centro di numerosi workshop e seminari che si terranno all'OEB.

La fotografia del panorama dell'e-learning scattata dall'OEB ritrae insomma un mondo molto complesso, senz'altro vivace, in cui sembrano convivere strategie didattiche ed economiche anche molto diverse loro: dai VLE ai PLE fino ai MUVE, dai Learning Object fino alle OER. Insomma, i nuovi arrivati non sembrano soppiantare i "vecchi" strumenti, quanto piuttosto integrarsi con essi, andando a soddisfare esigenze differenti. Con buona pace di coloro che, di volta in volta, annunciano la fine di qualche strumento, strategia o tecnologia.