Tu sei qui

Le lauree a distanza in Italia" Rapporto Omniacom 2008

Il 26 novembre prossimo il Consorzio Omniacom[1] presenterà a Roma il secondo Rapporto sulle lauree a distanza in Italia. Elaborato dal CERTE - Centro Ricerca e sviluppo per le Tecnologie dell'Elearning di Omniacom - il rapporto ha l'obiettivo di mostrare un quadro chiaro realistico del panorama della formazione universitaria a distanza in Italia.

L'eLearning universitario è oggi forse il solo strumento formativo in grado di sviluppare cultura e professionalità per il mondo del lavoro, favorendo il conseguimento della laurea a una fascia molto ampia di persone tra i 25 e i 44, in possesso di una formazione di sola scuola secondaria superiore: in base a dati CRUI solo l'11,5% è infatti laureato. Questa fascia di popolazione, ormai inserita nel mondo del lavoro, sempre più abbandona l'idea di una formazione universitaria, man mano che le esigenze dell'attività quotidiana rende sempre meno possibile l'allontanamento dal posto di lavoro. La formazione universitaria a distanza permette invece di raggiungere un target di potenziali studenti che, trovandosi già inseriti nel mondo del lavoro, o anche in contesti svantaggiati, difficilmente approccerebbero una carriera universitaria tradizionale.

Il rapporto Omniacom 2008 rivela un mercato costantemente in aumento: un domanda cresciuta significativamente ed un'offerta ricca e variegata sul piano nazionale.

Ma quali università italiane oggi sono in grado di proporre servizi di eLearning seri ed efficaci? E quale scelta fare per la propria carriera di studenti virtuali: Università telematiche o Università pubbliche? Come può lo studente orientarsi verso la giusta scelta e valutare la qualità del corso a distanza che frequenta? Come superare il limite della distanza ed avere un insegnamento efficace anche in un corso a distanza? La ricerca condotta dal Certe consente di fare chiarezza, ma soprattutto vuole essere una guida, una chiave di lettura di un sistema formativo ad alto potenziale che necessita però di uscire da una "logica di quartiere" dove ogni Università è chiusa su se stessa anzichè condividere esperienze e competenze allo scopo di fare crescere un sistema che funzioni e che sia competitivo sul piano internazionale. Il Rapporto Omniacom 2008 lancia una sfida per tutti coloro che sapranno coglierla.

Appuntamento a Roma

Mercoledì 26 novembre 2008 - Ore 10.00

Università La Sapienza - Ateneo ADESSO -

Aula Magna - Via Gramsci, 53

[1] Il Consorzio Omniacom (www.omniacom.org) è un consorzio pubblico-privato senza fini di lucro che nasce nel 1992, con la finalità di integrare competenze differenziate e sinergiche nel settore della formazione e della comunicazione, negli ambiti istituzionali, imprenditoriali e del non-profit. Specializzato in servizi di eLearning, Omniacom è in grado di offrire al mercato "soluzioni su misura", progettate integrando con innovazione e tradizione, metodologia e tecnologia, insegnamento e apprendimento, contenuto e comunicazione.

Gran parte dell'attività di Omniacom è oggi rappresentata dallo sviluppo di servizi e contenuti didattici per i corsi universitari on-line in collaborazione con diverse università italiane per le quali si occupa della gestione delle problematiche amministrative, dei servizi tecnologici e didattici, delle piattaforme di e-learning, dei servizi di tutoring metodologico e di contenuto, realizzazione dei materiali didattici.

Il CERTE Centro di ricerca e sviluppo sulle tecnologie dell'e-learning. Nel gennaio 2006 si è inaugurata ad Argenta (FE) la nuova base operativa del Consorzio Omniacom, che ha consentito la nascita di un Centro di ricerca e sviluppo sulle tecnologie dell'e-learning (CERTE) che opera oggi in campo nazionale ed internazionale con decine di progetti: Marocco, Algeria, Australia, ecc.

Il CERTE ha funzioni di studio, ricerca e progettazione e concretizza l'attività di OMNIACOM nella produzione ed erogazione di servizi nei settori strategici della formazione universitaria e professionale e dell'e-learning.