Tu sei qui

Fino al 2014 il progetto della Regione del Veneto per la Formazione dei Formatori

La formazione per l'Europa ha mille coloriIl POR della Regione Veneto individua nella centralità del capitale umano e nel potenziamento dei sistemi di Formazione e Istruzione in termini di qualità ed efficienza, i fattori per la crescita e lo sviluppo.
E' in questo contesto che nasce RVFF, il progetto per la Formazione dei Formatori, con l’obiettivo di:

“Promuovere azioni volte alla costruzione di percorsi di adeguamento costante delle competenze dei formatori sia sul versante tecnico che sulle metodologie, al fine di sostenere lo sviluppo del sistema di istruzione e formazione quale leva per la promozione di un’economia competitiva basata sulla conoscenza ed in grado di rispondere in modo flessibile e personalizzato ai fabbisogni formativi dei diversi soggetti coinvolti (singoli individui, sistema imprenditoriale/produttivo)“

Gli obiettivi specifici perseguiti dal progetto sono i seguenti:

  • realizzare azioni volte alla costruzione di percorsi di adeguamento costante delle competenze dei formatori sia sul versante tecnico che sulle metodologie;
  • sostenere lo sviluppo del sistema di istruzione e formazione quale leva per la promozione di un’economia competitiva basata sulla conoscenza ed in grado di rispondere in modo flessibile e personalizzato ai fabbisogni formativi dei diversi soggetti coinvolti (singoli individui, sistema imprenditoriale/produttivo);
  •  cogliere al meglio le opportunità offerte dai finanziamenti pubblici e creare un metodo condiviso per programmare, progettare e partecipare congiuntamente a bandi europei, nazionali e regionali.

 

I Destinatari

Destinatari del progetto sono i soggetti che a vario titolo collaborano con gli organismi accreditati della Regione del Veneto ai sensi della L.R. 19/2002 negli ambiti dell’obbligo formativo e della formazione continua e/o superiore, nonché coloro i quali abbiano un rapporto di lavoro con gli Istituti tecnici e Istituti professionali della Regione.

Sono destinatari degli interventi tutti gli operatori che collaborano in modo continuativo, e non puramente occasionale, con gli Organismi suddetti e che siano in possesso di una delle seguenti forme contrattuali:

  • lavoratori con contratto di lavoro dipendente

(tempo pieno, tempo parziale, tempo indeterminato, tempo determinato)

  • lavoratori in possesso di un contratto, di cui al decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 “Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro”;
  • consulenti/liberi professionisti titolari di partita IVA

(con incarico di almeno 6 mesi presso il medesimo Organismo di formazione o Istituto tecnico o Istituto professionale).

Gli interventi sono indirizzati a operatori riconducibili alle seguenti categorie:

  • Amministrazione

operatori che si occupano principalmente degli aspetti amministrativo gestionali della formazione: ad es. responsabile amministrativo, addetto amministrativo, addetto di segreteria, ecc.;

  • Progettazione

operatori che si occupano degli aspetti procedurali e contenutistici: ad es. progettista, referente di progettazione, addetto alla progettazione, referente scientifico, consulente di progettazione, ecc.;

  • Utenza

operatori a diretto contatto con l’utenza finale: ad es. docente, tutor, orientatore, consulente all’utenza, consulente di placement, di politiche del lavoro, ecc.

 

Le attività previste

Si propone di seguito una breve descrizione delle attività di interesse dell’utente finale così come previste dal progetto:

  • Fase 1: Rilevazione ed analisi dei fabbisogni formativi dei formatori

La rilevazione avverrà a campione, distribuendo agli Organismi accreditati ed agli Istituti Tecnici e Professionali un questionario da compilare; coloro che non riceveranno direttamente il link al questionario potranno comunque compilarlo su base spontanea accedendo dal portale di progetto (www.venetoformatori.it).

I fabbisogni rilevati verranno analizzati al fine di progettare percorsi formativi che permettano di soddisfare le esigenze emerse.

  • Fase 2: Erogazione della Formazione

I percorsi formativi progettati coerentemente con i fabbisogni emersi saranno erogati con differenti modalità:

Corsi in aula

Corsi per piccoli gruppi

E-learning

Modalità integrative di formazione (seminari formativi, focus tematici)

Azioni informali di aggregazione e condivisione (Incontri informali atti a sviluppare la discussione su tematiche di interesse comune e a favorire la redazione di un protocollo d’intesa tra enti di formazione ed istituti scolastici  e di una proposta progettuale congiunta tra enti diversi a valere su fondi a regia comunitaria)

  • Fase 3: Individuazione delle migliori pratiche ed organizzazione di visite di studio

L’individuazione delle migliori pratiche a livello nazionale ed internazionale, sarà effettuata analizzando in dettaglio la pratica, i risultati ottenuti e ciò che li caratterizza in modo da organizzare visite di studio nei paesi in cui sono state implementate le migliori pratiche individuate.

Le visite studio hanno la finalità di proporre esempi ed esperienze concrete attraverso i quali approfondire le analisi, “visualizzare” e fissare le conoscenze e le competenze acquisite attraverso le attività formative. I partecipanti hanno l’opportunità di un confronto diretto con realizzazioni e/o esperienze, in ambito europeo, riferite alle tematiche del loro percorso formativo, privilegiando modelli organizzativi e testimonianze che consentono la lettura del territorio e delle sue problematiche in relazione alla ripetibilità contestualizzata nella realtà di provenienza dei modelli di successo.

  • Fase 4: Realizzazione del portale di progetto per lo scambio di informazioni e conoscenze  e attività di promozione, condivisione e diffusione dell’iniziativa

La realizzazione del presente portale dedicato ai formatori con l'obiettivo di rendere permanente un'azione di benchmarking nelle diverse filiere che caratterizzano il sistema della formazione professionale.

Attraverso il portale si intende rendere disponibile uno spazio virtuale per lo scambio di informazioni e conoscenze, strumenti on-line di autoaggiornamento dei formatori, sperimentazioni di forme di apprendimento collaborativo in e-learning, superando la semplice fruizione passiva delle risorse informative veicolabili attraverso la rete.

L’architettura del portale individuerà tre ambiti virtuali:

  • Il sito web, accessibile a chiunque
  • Il sistema di eLearning, accessibile con profili differenziati ai vari soggetti partecipanti
  • Il sistema di knowledge management, anch’esso accessibile con profili a privilegi differenziati.

Sono inoltre previsti incontri specifici con gli enti delle province coinvolte e numerosi focus group di presentazione dell’iniziativa, di condivisione e discussione dei risultati.